Attualmente sono operativi cinque cantieri: due su suolo italiano e tre in territorio austriaco. Attraverso un semplice “click” sul nostro tracciato interattivo, è possibile reperire maggiori dettagli sui singoli cantieri.
L’avanzamento dello scavo delle varie opere nei singoli cantieri viene aggiornato settimanalmente. Un grafico mostra l’avanzamento dell’opera.

Gola del Sill

INFORMAZIONI GENERALI SUL LOTTO LAVORI

I lavori nel lotto denominato H21 "Gola del Sill", la cui durata prevista da agosto 2020 a dicembre 2024, comprende la realizzazione del collegamento tra la Galleria di Base del Brennero e la stazione centrale di Innsbruck. Nell'ambito di questo lotto si provvederà alla costruzione di una tratta di 600 m e di numerose altre opere, nonché all'esecuzione di interventi di ingegneria idraulica. I costi di costruzione per questa sezione sono stimati a 64 milioni di euro, i lavori saranno eseguiti dall'impresa Porr Bau GmbH Kematen.

A differenza degli altri lotti di lavori nell'area di progetto austriaca, perlopiù realizzati in sotterranea, il lotto della Gola del Sill sarà realizzato in gran parte all'aperto. Nello specifico, il lotto della "Gola della Sill" è costituito da una parete di sostegno lunga circa 200 m, una galleria artificiale di circa 130 m, due cavalcavia ferroviari sul torrente Sill, il portale nord della Galleria di Base del Brennero, nonché una sezione di galleria lunga circa 140 m. Nonostante la tratta sia relativamente breve, questo lotto lavori prevede interventi costruttivi molto complessi.

La tratta si snoda attraverso la Gola del Sill che, poiché stretta, è anche complessa dal punto di vista logistico-costruttivo. Le zone limitrofe sono caratterizzate da numerose infrastrutture, come l'Autostrada della Valle dell'Inn A12, l'Autostrada del Brennero A13, la centrale elettrica Untere Sill delle aziende municipalizzate "Innsbrucker Kommunalbetriebe", il museo "Tirol Panorama", nonché la linea ferroviaria storica di ÖBB con la galleria "Berg Isel".

L'area della stretta gola del torrente Sill, in gran parte preservata nel suo stato naturale, è una meta molto frequentata dai cittadini di Innsbruck ed è raggiungibile mediante una rete di sentieri escursionistici. Per garantire l'accesso alla Gola del Sill durante il periodo dei lavori, verrà predisposto un sentiero escursionistico alternativo. Inoltre, ai fini di un migliore orientamento, sarà installato un sistema che riporterà i vari percorsi e verranno collocati da parte di BBT SE pannelli informativi in diversi punti vicino al cantiere.

Lavori previsti

Le opere di questo lotto comprendono da nord a sud:

una parete di sostegno, con una lunghezza di circa 200 m e un'altezza di 9 m, la quale poggia su pali trivellati
la galleria preliminare "Silltal" attraverso il monte Berg Isel, lunga circa 130 m, parzialmente costruita come galleria artificiale e con fondazione su pali
due ponti ferroviari, della lunghezza di 50 m ciascuno per i binari est e ovest sul torrente Sill; il ponte del binario est viene realizzato come ponte in acciaio con struttura a graticcio, quello del binario ovest con una sovrastruttura chiusa
il portale nord della BBT, incluso il consolidamento del versante con più di 80 tiranti precompressi con una lunghezza fino a 80 m
le due canne del tratto di galleria "Viller Berg", ciascuna con una lunghezza di 140 m
il ponte a campata con filigrana sul torrente Sill, lungo 55 m, parte integrante della rete di percorsi escursionistici della Gola del Sill
riedificazione del ponte di accesso sul Sill, lungo 42 m
interventi di ingegneria idraulica

Un elemento centrale del lotto lavori H21 è il mantenimento del passaggio della fauna ittica del Sill. La briglia AGA all'ingresso della Gola di Sill, con un'altezza di caduta di circa 8 m, sarà rimossa e sostituita da una rampa lunga circa 350 m con un solco di profondità a meandro. Nel corso di questi interventi di ingegneria idraulica, il corso del torrente verrà spostato di circa 8 m ad est, in modo da guadagnare spazio sufficiente sul lato ovest per ospitare la parete di sostegno e la nuova linea a doppio binario. Le scarpate ripariali saranno realizzate in modo tale da garantire sicurezza in caso di piena e stabilità a lungo termine.

Alla fine dei lavori un'adeguata opera di rinaturalizzazione consentirà una riqualifica della frequentata meta escursionistica.

Galerie

Tulfes-Pfons

INFORMAZIONI GENERALI SUL LOTTO

Il costo dell’opera per questo lotto è di ca. 670 milioni di Euro ed è stato affidato all’ATI Strabag/Salini-Impregilo che nel corso dell'estate 2014 ha ricevuto l’incarico.

Il lotto si compone delle seguenti opere:

  • Cunicolo di soccorso Tulfes
  • Gallerie principali
  • Gallerie di interconnessione
  • Fermata di emergenza Innsbruck
  • Cunicolo esplorativo Ahrental-Pfons

LAVORI ATTUALMENTE IN CORSO

Cunicolo di soccorso

Il cunicolo di soccorso è stato realizzato in parallelo alla circonvallazione ferroviaria di Innsbruck, per una lunghezza di 9,7 km e con una sezione di scavo di ca. 35 m². Lo scavo è stato effettuato in tradizionale con tre fronti di scavo contemporanei: da Tulfes verso ovest e dalla galleria di accesso di Ampass verso est e verso ovest. Il cunicolo di soccorso è stato ultimato nell'estate 2017.

Gallerie principali

Lo scavo delle gallerie principali è stato eseguito con metodo tradizionale, secondo il nuovo metodo austriaco per la costruzione di gallerie. In data 19.03.2015 il Commissario Europeo per i Trasporti Violeta Bulc ha ufficialmente avviato i lavori di scavo delle gallerie principali. Alla ceremonia erano presenti anche i Ministri ai Trasporti delle 7 regioni alpine (Austria, Italia, Germania, Svizzera, Francia, Liechtenstein, Slovenia). In questo tratto sono stati realizzati ca. 6 km di gallerie principali con una sezione di ca. 70 m².

Interconnessione BBT – Circonvallazione di Innsbruck

Le gallerie di interconnessione sono state scavate in tradizionale, con una sezione di ca. 115 m². Lo scavo è stato completato nella primavera 2017.

Cunicolo esplorativo

Fa parte del lotto la realizzazione del cunicolo esplorativo di 16,7 km, situato tra l’interconnessione di Ahrental ed il Comune di Steinach. In data 26.09.2015 è stata avviata la TBM aperta, costruita ad hoc per questo lotto. La fresa presenta una lunghezza di 200 m. La fresa meccanica (TBM) aperta con gripper, lunga 200 metri, è stata avviata il 26 settembre 2015. Fino al 06/07/2020 ha scavato circa 16,7 km verso sud.

DATI SULL’AVANZAMENTO

Cunicolo di soccorso (completato)
Avanzamento
9.700 m
Lunghezza
9.700 m
Sezione trasversale
35 m²
Gallerie principali (completate)
Avanzamento
5.960 m
Lunghezza
5.960 m
Sezione trasversale
70 m²
Gallerie di interconnessione (completate)
Avanzamento
6.840 m
Lunghezza
6.840 m
Sezione trasversale
115 m²
Cunicolo esplorativo Ahrental-Steinach (già scavato)
Avanzamento
16.627 m
Lunghezza
16.627 m
Sezione trasversale
49 m²
Gallerie di sicurezza e logistica (completate)
Avanzamento
3.850 m
Lunghezza
3.850 m
Sezione trasversale
115 m²
Planimetria generale
Galleria

Pfons-Brennero

INFORMAZIONI GENERALI SUL LOTTO

Il Lotto lavori H51 „Pfons-Brennero“ è la sezione costruttiva più grande e situata più a sud nell’area austriaca di progetto dell’opera Galleria di Base del Brennero. All’interno di questo lotto costruttivo vengono scavati ca. 50 km di gallerie. L’area di progetto si estende dal Comune di Pfons fino al confine di Stato al Brennero.

La sezione costruttiva include la realizzazione di 37 km di canne di galleria principale, circa 7 km di cunicolo esplorativo e la fermata di emergenza a St. Jodok am Brenner.

I lavori sono stati avviati a fine autunno 2018. La durata dei lavori prevista è di 74 mesi. L’importo contrattuale è di ca. 966 milioni di euro. Il Raggruppamento temporaneo d’imprese composto dalle società austriache PORR Bau GmbHe G. Hinteregger & Söhne Baugesellschaft m.g.H, e dalle società italiane Società Italiana per Condotte d’Acqua S.p.a. ed Itinera S.p.a. è responsabile dei lavori su questo lotto.

Fanno parte del lotto in oggetto:

  •     Tratti di galleria principale
  •     Diversi cunicoli trasversali
  •     Cunicolo esplorativo
  •     Fermata di emergenza St. Jodok

Opere attualmente in corso

Canne di gallerie principali

Nel Lotto lavori in oggetto vengono scavati 37 km di gallerie principali. Più frese (TBM) scaveranno le canne di galleria. Il montaggio delle frese avviene all’interno di cameroni di grandi dimensioni. Dopo il montaggio, le macchine di scavo vengono trasportate nelle canne di avvio, da dove viene avviato poi lo scavo di avanzamento. Gli altri tratti di galleria vengono realizzati per brillamento.

Fermata di emergenza St. Jodok

Per opere galleria come la Galleria di Base del Brennero gli standard di sicurezza europei prevedono delle fermate di emergenza (FdE) poste ogni 20 km. Nella Galleria di base del Brennero sono previste, complessivamente, tre fermate di emergenza.
Nella zona della FdE di St. Jodok, entrambe le canne delle gallerie principali vengono scavate con una sezione maggiore, per facilitare i soccorsi. Nella zona della FdE, tra le due canne principali e parallelo ad esse viene realizzato un cunicolo centrale. Detto cunicolo è raggiungibile da entrambe le canne principali tramite collegamenti trasversali e porte antincendio. Per garantire migliori possibilità di soccorso ai passeggeri nella zona della FdE, la distanza tipo dei collegamenti trasversali viene ridotta da 333 metri a 90 metri.

Dati relativi alla fermata di emergenza di St. Jodok:

•    Galleria principale zona sosta di emergenza: 590 metri
•    1 cunicolo intermedio, lunghezza: 900 metri
•    1 cunicolo di scarico
•    6 cunicoli trasversali di scarico aria
•    6 cunicoli di collegamento
•    1 camerone di manovra

Cunicolo esplorativo

Il cunicolo esplorativo si sviluppa in asse tra le due canne principali, dodici metri sotto a queste ultime. Già nel lotto propedeutico “Wolf 2” sono stati scavati ca. 1,2 km di cunicolo esplorativo. I restanti 9 chilometri di cunicolo esplorativo vengono realizzati tramite brillamento.

DATI SULL’AVANZAMENTO (22/09/2020)

Gallerie principali
Avanzamento
2.848 m
Lunghezza
37.000 m
Sezione trasversale
85 m²

Cunicolo esplorativo
Avanzamento
4.528 m
Lunghezza
7.262 m
Sezione trasversale
61 m²
Gallerie di sicurezza e logistica
Avanzamento
2.093 m
Lunghezza
6.200 m
Sezione trasversale
20-350 m²
Planimetria generale
Galleria

Mules 2-3

INFORMAZIONI GENERALI SUL LOTTO

Nell’ambito del lotto costruttivo “Lineamento Periadriatico”, nel periodo tra ottobre 2011 e luglio 2015, sono stati scavati 3,7 km delle gallerie principali e 1,5 km del cunicolo esplorativo e si è attraversato il cosiddetto Lineamento Periadriatico, una delle zone di faglia più significative dell'arco alpino. Con la conclusione di questo lotto si sono create le condizioni logistiche per affrontare il successivo lotto denominato “Mules 2-3”.

Tale lotto è stato avviato a settembre 2016 ed è il più grande della Galleria di base del Brennero. Il lotto Mules 2-3 è stato affidato per 993 milioni di euro al raggruppamento costituito da Astaldi S.p.A., Ghella S.p.A., Oberosler Cav Pietro S.r.l. (fino a giugno 2018), Cogeis S.p.A. e PAC S.p.A.

 

“Mules 2-3” si estende dal lotto costruttivo del “Sottoattraversamento Isarco”, a sud, fino al confine di Stato. Nel corso di 7 anni saranno scavati 39,8 km di gallerie di linea e 14,8 km di cunicolo esplorativo, la fermata di emergenza di Trens con la relativa galleria di accesso, ed i cunicoli trasversali, che collegheranno le canne principali ogni 333 metri. Entro la fine del 2023 saranno dunque scavati ben 65 chilometri di gallerie nell’ambito di questo singolo lotto.

Una volta terminato “Mules 2-3”, tutti i lavori di scavo in territorio italiano saranno completati.

OPERE ATTUALMENTE IN CORSO

Accesso alla fermata di emergenza di Trens

I lavori di scavo per la realizzazione del collegamento della galleria di accesso di Mules con la futura fermata di emergenza di Trens sono iniziati a dicembre 2016 e terminati a giugno 2020. La galleria è lunga 3,8 km, con una sezione di scavo di ca. 80 m2.


Cunicolo esplorativo

Lo scavo in tradizionale del cunicolo esplorativo in direzione nord è stato ripreso in data 13 febbraio 2017. Dopo 0,6 km, è stata completata la tratta di scavo con metodo tradizionale e il 2 maggio 2018 è partita la TBM che scaverà fino al confine di stato. I lavori di scavo proseguiranno presumibilmente fino alla fine del 2021.


Gallerie principali

Dal 13 marzo 2017 sono di nuovo in corso i lavori di scavo delle canne principali in direzione nord. Dopo circa 0,8 km è stata completata la tratta di scavo con metodo tradizionale ed è stato avviato lo scavo con metodo meccanizzato tramite l'impiego di due TBM. Queste ultime scaveranno fino al confine di Stato che si prevede di raggiungere entro la fine del 2021 per la galleria ovest e per l'inizio del 2022 per la galleria est. 

In direzione sud, lo scavo in tradizionale è stato avviato il 3 aprile 2017. Si prevede che in autunno 2020 verrà raggiunto il confine di lotto a sud.
 

DATI SULL'AVANZAMENTO (28/09/2020)

Accesso alla fermata di emergenza
Avanzamento
3.805 m
Lunghezza
3.805 m
Sezione trasversale
80 m²
Gallerie principali
Avanzamento
21.982 m
Lunghezza
39.856 m
Sezione trasversale
85 m²
Cunicolo esplorativo
Avanzamento
10.501 m
Lunghezza
14.757 m
Sezione trasversale
35 m²
Gallerie di sicurezza e logistica
Avanzamento
1.463 m
Lunghezza
6.930 m
Sezione trasversale
26-56 m²
Planimetria generale
Galleria

Sottoattraversamento Isarco

INFORMAZIONI GENERALI SUL LOTTO

Il lotto più meridionale della Galleria di Base del Brennero, del valore di 301 milioni di Euro, è stato affidato a ottobre del 2014 al consorzio RTI Isarco s.c.a.r.l. composto da Webuild S.p.A. (già Salini-Impregilo), Strabag AG, Strabag S.p.A., Consorzio Integra e Collini Lavori S.p.A. Le opere di questo lotto collegheranno la Galleria di Base con la linea ferroviaria storica del Brennero e la stazione di Fortezza. Complessivamente saranno realizzati 4,5 km di gallerie principali e 1,2 km di gallerie di interconnessione con la linea ferroviaria esistente. Il termine dei lavori di questo lotto è previsto alla fine del 2022.


La maggior parte dei lavori di questo lotto si svolge nel fondovalle, prevedendo una serie di interventi all’aperto tra cui rientra il consolidamento del terreno propedeutico allo scavo delle gallerie lungo questo tratto, composto prevalentemente da sedimenti fluvio-glaciali non compatti. Questi interventi di consolidamento del terreno consistono nella tecnica del cosiddetto jet grouting.

Nell’ambito di questo lotto saranno sottoattraversate l’autostrada del Brennero A22, la strada statale SS12, la linea ferroviaria esistente e in particolar modo il fiume Isarco. Per sottoattraversare il fiume sarà utilizzata anche un’altra particolare tecnica di consolidamento del terreno: il congelamento.

In seguito al consolidamento del terreno con la tecnica del jet grouting, sono stati scavati 4 pozzi tramite i quali è possibile raggiungere la quota del tracciato della gallerie, ad una profondità di circa 20-25 metri, da cui sono stati avviati gli scavi in sotterraneo, in direzione nord, con metodo tradizionale.

OPERE ATTUALMENTE IN CORSO

Fino alla fine del 2016, nell’ambito dei c.d. lavori propedeutici, si è proceduto allo spostamento della strada statale SS12, alla costruzione di un ponte sull’Isarco, un ponte sul Rio Bianco e di un sottopassaggio della linea ferroviaria del Brennero, nonché un collegamento diretto con l’autostrada. Questi lavori hanno dunque permesso di creare lo spazio necessario nel fondovalle per posizionarvi il cantiere e poter eseguire i lavori. Inoltre, il collegamento diretto con l’autostrada permette di evitare il transito dei mezzi attraverso le località della zona.

Nell'attuale fase di costruzione (fase principale dei lavori) sono stati realizzati i 4 pozzi che permettono l’accesso ai fronti di scavo delle gallerie del sottoattraversamento dell’Isarco. Inoltre, partendo dalla galleria di accesso in orografica destra della valle, è in corso lo scavo in tradizionale dell’interconnessione con la linea storica (binario pari) e delle gallerie principali.

Nell'ambito delle attività propedeutiche allo spostamento della linea esistente previsto nella prossima fase di costruzione, sono in corso lavori di messa in sicurezza del versante e lavori di movimento terra.

DATI SULL'AVANZAMENTO (28/09/2020)

Gallerie principali
Avanzamento
3.217 m
Lunghezza
4.478 m
Sezione trasversale
60-150 m²
Gallerie di interconnessione
Avanzamento
917 m
Lunghezza
1.569 m
Sezione trasversale
60-80 m²
Cunicoli trasversali
Avanzamento
128 m
Lunghezza
170 m
Sezione trasversale
35-45 m²
Galleria di accesso (già completata)
Avanzamento
164 m
Lunghezza
164 m
Sezione trasversale
65 m²
Planimetria generale
Galleria