La Galleria di Base del Brennero raggiunge per la prima volta il Brennero

La fresa “Serena” è giunta al Brennero dopo 14 km di scavo e 3,5 anni di attività

BBT SE, la società che realizza la Galleria di Base del Brennero, ha raggiunto un obiettivo storico: il primo scavo del sistema di gallerie è arrivato al Brennero. Per festeggiare questa importante occasione si è tenuta una piccola cerimonia con esponenti del mondo politico e dell'economia, nel pieno rispetto delle rigide misure di sicurezza contro il COVID attualmente in vigore.

In questa occasione, la fresa chiamata "Serena" ha attraversato gli ultimi centimetri di gneiss, raggiungendo così per prima il Brennero. Alle ore 15 esatte, la fresa meccanica è stata fermata dopo aver completato un percorso lungo 14 km.

Consiglio di Gestione BBT SE, Gilberto Cardola e Martin Gradnitzer:
"La TBM Serena raggiunge oggi un'importante destinazione simbolica: il Brennero. Questo è il primo passo nella realizzazione di un tunnel continuo che collegherà l'Italia e l'Austria. Il più grande ringraziamento va alla squadra della fresa per questo risultato, ma anche a tutti gli altri operai, ai progettisti, agli ingegneri, ai geologi e ai collaboratori di BBT SE che stanno portando avanti questo progetto giorno dopo giorno."

Il percorso della fresa meccanica (TBM) "Serena" è iniziato a maggio 2018 per scavare una tratta lunga 14 km del cunicolo esplorativo della Galleria di Base del Brennero nell'area di progetto italiana. La fresa per lo scavo meccanizzato ha raggiunto la sua destinazione al Brennero, evento che rappresenta un grande passo avanti per il progetto infrastrutturale transnazionale: il fatto che la galleria attraversi la base della montagna e arrivi ora senza interruzioni fino al Brennero è di grande importanza simbolica nell'ambito dei lavori per la galleria ferroviaria. Sono inoltre in funzione due frese nelle due gallerie principali sopra questa galleria, che lavorano a pieno regime e hanno completato quasi il 65% e il 75% dei rispettivi scavi.

Mules: Il più grande cantiere della BBT
Il lotto di Mules 2-3, dove la fresa meccanica "Serena" ha svolto il proprio lavoro, è il più grande cantiere del progetto BBT in termini di chilometri di galleria da realizzare. Il tratto di scavo tra la località Mezzaselva e il Brennero si estende per circa 65 km. Anche qui il grado di avanzamento di questo lotto è motivo di soddisfazione, visto che lo scavo è già completo all'82%. Questa tratta parziale della Galleria di Base del Brennero, dove le opere sono iniziate a settembre 2016, offre lavoro a circa 800 persone.

Dati chiave sulla fresa "Serena"
Questo macchinario è una fresa a doppio scudo con un diametro di 6,85 m. È stata avviata all'interno del lotto di costruzione di Mules a maggio 2018 e ha scavato un totale di 14,13 km di galleria (tratto di cunicolo esplorativo verso nord) fino al Brennero.
Il rivestimento viene eseguita con la posa dei conci. Ciò significa che questa "fabbrica dentro la montagna", con una potenza motrice di 2.800 kW, non ha soltanto realizzato lo scavo attraverso la roccia per il cunicolo esplorativo grazie alla sua testa fresante, ma ha anche eseguito la posa in opera di elementi prefabbricati in calcestruzzo, detti "conci", per il rivestimento definitivo. Per la produzione di questi elementi in calcestruzzo viene riutilizzata, in modo sostenibile, la roccia proveniente dallo scavo. Un anello è composto da cinque conci normali, un concio di chiave e due conci di base (elementi base). La fresa meccanica "Serena" è lunga quasi 300 m e pesa oltre 1.200 t.

Stato di avanzamento del progetto
La Galleria di Base del Brennero è un sistema di gallerie che si sviluppa per una lunghezza complessiva di 230 km. Ad oggi sono già stati scavati 147 km di gallerie: 52 km - gallerie transito treni, 54 km - cunicolo esplorativo 41 km e altre gallerie