Parlamento Europeo conferma co-finanziamento pari a 1,18 miliardi di Euro per la Galleria di Base del Brennero

Lo scorso 10.07.2015, il Parlamento Europeo ha approvato il piano investimenti infrastrutturali CEF (Connecting Europe Facility) della Commissione Europea di complessivamente 13 miliardi di Euro, di cui la quota maggiore, ovvero 1,18 miliardi di Euro, sarà destinata alla realizzazione della Galleria di Base del Brennero. Infatti, nel periodo compreso tra il 2015 e il 2020, l’Unione Europea si farà carico del 50% dei costi di costruzione del cunicolo esplorativo (circa 303 milioni di Euro) e del 40% per la realizzazione delle gallerie principali (quasi 880 milioni di Euro), dimostrando ancora una volta l’alta priorità attribuita a questo progetto.

Per l’Unione Europea il progetto della Galleria di Base del Brennero, insieme a quello del Fehmarnbelt (Danimarca-Germania), sono i due collegamenti più importanti dell’asse nord-sud, in grado di garantire nuove capacità per il traffico merci e collegamenti più celeri per passeggeri.

Al bando indetto dall’Unione Europea hanno partecipato oltre 700 progetti per un volume d’investimento di circa 36 miliardi di Euro. Complessivamente sono stati assegnati finanziamenti pari a 13,1 miliardi di Euro. I progetti premiati sono quelli che hanno saputo dimostrare di portare il maggiore vantaggio a livello paneuropeo, ottemperando in maniera ottimale a criteri di aggiudicazione quali rilevanza europea, stato di avanzamento del progetto, implicazione e qualità.

Violeta Bulc, Commissario Europeo dei Trasporti, si è detta molto soddisfatta degli esiti del bando. Si tratta dell’investimento infrastrutturale più importante in tutto il settore dei trasporti in contesto comunitario: non solo si creeranno nuovi posti di lavoro, ha spiegato Bulc, ma saranno promosse anche la crescita e la competitività europee. Non per ultimo, grazie alla ripartizione modale dei trasporti, abbiamo l’opportunità di migliorare la qualità di vita di tutti in modo sostanziale.