In visita alla BBT

Martin Burkert, presidente del comitato trasporti del Bundestag della Germania in visita ad Innsbruck

Martin Burkert, presidente del comitato trasporti federale della Germania e Otto Leist, presidente del sindacato austriaco ÖGB, sezione Tirolo, hanno visitato l’Infopoint BBT situato nella Stazione di Innsbruck. Si sono voluti informare sullo stato di avanzamento del progetto, nonché sugli interventi operativi previsti nei prossimi anni relativi alla realizzazione della Galleria di Base del Brennero, sincerandosi del fatto che il progetto, ormai, è molto bene avviato.

Precedentemente, in data 24 luglio 2015, il Consiglio di Sorveglianza di BBT SE ha autorizzato la pubblicazione del bando per il lotto di costruzione delle opere principali tra Mules e Brennero per un valore di 1,45 milioni di Euro.

Oltre a ciò, attraverso a
• la concessione di un finanziamento europeo per la Galleria di Base del Brennero pari a 1,18 miliardi di Euro fino al 2020
• la conferma di finanziamento attraverso il CIPE di 920 milioni di Euro e
• i 1,18 miliardi di Euro previsti nel Programma Quadro ÖBB fino al 2020
i visitatori hanno potuto constatare che i fondi a garanzia dell’opera sono assicurati e i lavori proseguono coma da programma.

La Galleria di Base del Brennero è un’opera fondamentale per lo sviluppo del commercio e l’ottimizzazione del trasporti merci nell’arco alpino. Ed è per questo che i sindacati di Germania ed Austria sostengono e promuovono la costruzione della Galleria di Base del Brennero e delle relative tratte di accesso attraverso il loro progetto comune “Consiglio Sindacale Interregionale Tirolo, Salisburgo, Alta Austria e Baviera” (Interregionaler Gewerkschaftsrat Tirol, Salzburg, Oberösterreich und Bayern – IGR TiSOBa)”, sostiene Martin Burkert, presidente del comitato trasporti del Bundestag della Germania.

Otto Leist, presidente regionale delle ÖGB, ritiene che “con la costruzione della Galleria di Base del Brennero e le tratte di accesso dovrà avvenire uno spostamento massiccio del traffico pesante su rotaia”. Inoltre “come ÖGB Tirol chiediamo che vi sia un progetto ferroviario comune, nonché delle chiare ed univoche dichiarazioni da parte di politici regionali e comunitari austriaci e germanici a favore di questo progetto. Il Tirolo ha adempiuto al suo impegno e ha realizzato le tratte di accesso. La stessa cosa deve avvenire in Baviera”.